Con un taglio del nastro, rigorosamente verde, è iniziata ufficialmente giovedì 11 aprile la prima edizione di Eco-Med, la green expo aperta a tutti i paesi del Mediterraneo che, fino a sabato 13 aprile, sarà ospitata all’interno delle Ciminiere di Catania. Al centro dell’evento i grandi temi dell’economia circolare e le ultime soluzioni tecnologiche in materia di sostenibilità. Oltre 200 gli espositori provenienti da tutta Italia per presentare i loro prodotti e progetti a un pubblico di addetti ai lavori e semplici curiosi. La manifestazione, la prima nel suo genere organizzata in Sicilia, si svolgerà contemporaneamente a “Progetto Comfort”, un altro importante appuntamento fieristico giunto alla sua XI edizione e dedicato al miglioramento dell’efficienza energetica, la sicurezza e la vivibilità degli edifici pubblici e privati.

“Siamo molto orgogliosi – ha dichiarato Giusy Giacone, direttrice marketing dei Saloni – di presentare a Catania e alla Sicilia le più recenti innovazioni in materia di rifiuti, acqua, energia, mobilità sostenibile e bonifiche. Un patrimonio di best practice che certamente la nostra terra saprà mettere a sistema per avviare quel cambiamento all’insegna della sostenibilità che non è più rimandabile”.

UN VILLAGGIO GREEN PER SENSIBILIZZARE I PIU’ PICCOLI

Non a caso “futuro” è una delle parole chiave delle manifestazioni curate dalla società catanese Amazing srl, che ha riservato a bambini e ragazzi un “Village Green”. Per tutta la durata dell’evento l’area, promossa dal consorzio Comieco con il supporto organizzativo di Nonplusultra, ospiterà origamisti, disegnatori, giocattolai e altri artisti locali che stimoleranno la creatività dei più piccoli attraverso l’uso, anche unconventional, di carta e cartone. Un modo per veicolare indirettamente il messaggio dell’importanza del riuso e riciclo dei materiali. “I nostri interlocutori – ci tiene a precisare il presidente dei saloni, Salvatore Peci – sono certamente le istituzioni, le aziende private e gli addetti ai lavori. Ma non solo. Partendo dalla consapevolezza che i più piccoli possono diventare potenti influencer per le loro famiglie, vogliamo sensibilizzarli sull’importanza della raccolta differenziata e del rispetto dell’ambiente, perché è anche così che si scrive il futuro della green economy”.

CATANIA: UNA “PORTA” VERSO IL MEDITERRANEO

L’obiettivo principale di Eco-Med si rivolge però al mondo economico: restituire a Catania la sua vocazione di naturale porta tra il Nord Africa e l’Europa, favorendo l’incontro tra le aziende del Sud Italia e quelle dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. “Credo che sia un obiettivo ambizioso – il commento del sindaco di Catania, Salvo Pogliese – ma assolutamente coerente rispetto alle potenzialità e al geocentrismo del nostro territorio”. Il primo cittadino, che si è intrattenuto a lungo alle Ciminiere per visitare gli stand, ha sottolineato la rilevanza dei saloni Eco-Med e Progetto Comfort: “Qualsiasi evento fieristico deve essere accolto con grande soddisfazione per le sue ricadute economiche per le attività ricettive, commerciali e della ristorazione. Ma l’importanza di questo in particolare è determinata anche dal tema che affronta. La nostra amministrazione sta cercando di invertire la rotta rispetto al trend, certamente non qualificante, del nostro Comune, basti pensare alle percentuali di raccolta differenziata che abbiamo ereditato. E in questo percorso è importante confrontarsi con realtà imprenditoriali di valenza nazionale e internazionale per poter trarre best practice, ed eventualmente suggerimenti, da mettere in pratica”.

LE GIORNATE DELL’ENERGIA CON LA REGIONE

L’inaugurazione di Eco-Med e Progetto Comfort ha coinciso anche con la prima sessione delle “Giornate dell’Energia” organizzate col patrocinio della Regione Siciliana per approfondire il Piano Energetico Ambientale della Regione Siciliana (PEARS) e la strategia regionale per la transizione energetica insieme agli stakeholders nazionali del settore. Un’occasione preziosa per presentare l’importanza della transizione energetica anche al di fuori della cerchia degli addetti ai lavori. Come ha sottolineato il dirigente generale del Dipartimento Energia Salvatore D’Urso, “questo è un momento divulgativo ed espositivo fondamentale nella strategia della comunicazione che le istituzioni hanno il dovere di svolgere nei confronti dei cittadini”. Alla seconda Giornata sarà presente, tra gli altri, anche il presidente della Regione Nello Musumeci, che consegnerà i decreti di ammissione a finanziamento ai 343 sindaci dei Comuni siciliani che hanno risposto all’Avviso Pubblico “Programma di ripartizione di risorse ai Comuni della Sicilia per la redazione dei Piani di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC)”, con il quale la Regione Siciliana ha stanziato circa 6 milioni di euro di contributi a fondo perduto da erogare a tutte le amministrazioni comunali aderenti al Patto dei Sindaci, che si impegnano a promuovere interventi in materia di efficienza energetica, attraverso la nomina di un apposito Energy Manager.